x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Una 250 GTO passa di mano per 60 milioni di euro

5 June 2018
di Tommaso Ferrari
Questa la cifra stupefacente pagata per l'opera d'arte prodotta da Ferrari
Una 250 GTO passa di mano per 60 milioni di euro

Conosciuta come l’auto più costosa mai venduta ad un’asta, la Ferrari 250 GTO ora diventa anche l’auto più costosa mai acquistata fra privati, per la sbalorditiva cifra di 52 milioni di sterline, che da noi significa un prezzo pericolosamente vicino ai 60 milioni di euro. Incredibile. Come mai una simile somma? Beh, innanzi tutto perché è ovviamente una delle 39 GTO originali esistenti al mondo, auto che viene considerata ‘la’ Ferrari d’epoca, e come seconda cosa perché ha numerosi aspetti interessanti per un collezionista. Prima di tutto questa 250 GTO numero di telaio 4153GT è una prima serie che non ha ancora la carrozzeria tipica della seconda, che rimanda a dettagli e particolari propri della 250 LM; come seconda cosa, non è rossa: può sembrare una pecca ma questo argento interrotto da una linea gialla perpendicolare al cofano era la livrea del team belga ‘Ecurie Francorchamps’ che la rende una versione molto rara.

Una 250 GTO passa di mano per 60 milioni di euro

Un altro importantissimo aspetto è il motore: il 12 cilindri a V da 3 litri e 300 cavalli è originale non essendo mai stato sostituito e la vettura non è mai stata incidentata; nel 1990 tuttavia ha subito un restauro impegnativo e recentemente è stata certificata da Ferrari Classiche. Questa Gran Turismo Omologata è appetibile anche per i suoi risultati agonistici, essendo stata in grado di ottenere notevoli risultati sia in pista che su strada. Nel 1963 ha terminato quarta assoluta la 24h di Le Mans, e l’anno dopo sesta assoluta alla 500 km di Spa, mentre lo stesso anno ha ottenuto la vittoria di classe al Tour de France nella salita al Mont Ventoux, giungengo terza assoluta. Il nuovo proprietario – David McNeil – avrà diversi motivi per festeggiare, sperando che ogni tanto abbia la bontà di risvegliare quel 3 litri per farlo uscire in strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA