x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

11 gennaio 2018
a cura della redazione
Non servono per forza 300 Cv per divertirsi. Ecco la prova
Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Una volta bastavano i 110 Cv di una Peugeot 106, oggi non ti prendono sul serio se non giri con almeno 200 Cv e gli pneumatici semislick. Ma se siete davvero evo, saprete che il divertimento non è direttamente proporzionale alla cavalleria. La prova – anzi, le prove – le trovate qui sotto. Alcune sono quelle dello scorso anno, altre sono appena arrivate, altre ancora stanno per arrivare. Il mercato delle "supermini" è sempre piuttosto vario, diamo un'occhiata alla situazione attuale:

Abarth 500 (3 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Le sue dimensioni microscopiche ingannano, è tutt'altro che una citycar acqua e sapone: è una trasformista. Il suo 1.4 turbo da 140 Cv è brillante e produce un suono inconfondibile. Va solo guidata un filo sotto il limite, perché non ha un telaio così efficace come quello di una Mini Cooper; a quel punto sa essere briosa e piena di carattere, con un gran passo. Lo 0-100 km/h si raggiunge in meno di 8".

Ford Fiesta ST-Line (4 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

L'ultima Ford Fiesta e, di conseguenza, la più sportiva ST-Line, continua dove la precedente ha lasciato. Il vecchio modello regalava brividi molto vicini a quelli della vera ST, con un tre cilindri molto pompato e un telaio molto agile. Dovendole trovare qualche difetto, il prezzo era un po' troppo elevato. Fino a quando non arriverà la ST, la ST-Line è la Fiesta migliore che possiate comprare ed è sempre divertente. Il motore è il tre cilindri turbo di 1 litro, con 140 Cv e 180 Nm di coppia, per un'accelerazione pari a 9" nello 0-100 km/h. La nuova Fiesta è anche più matura, perciò magari non è la scelta giusta se cercate qualcosa di più "puro" e viscerale, ma il suo telaio resta eccellente, c'è tanto feedback e vola sulle asperità.

Mazda 2 Exceed (4 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

La più piccola delle Mazda è un po' un'anomalia: spesso trascurata nel mercato delle supermini, è stilosa all'esterno e ha un abitacolo incentrato sul guidatore che mette in ombra praticamente ogni altra concorrente della sua categoria. E' anche dotata di quel gioiellino del motore della MX-5 entry-level, una caratteristica importante, vista l'abilità di Mazda di rendere anche la più umile delle vetture un oggetto in grado di muoversi con una verve che non trovi facilmente altrove. Ed è esattamente questo: come la Mini e come la Fiesta, la Mazda 2 è fra le migliori supermini. Ottimo handling, bel motore aspirato, bel cambio manuale. Manca solo un po' del carattere della MX-5, dato che il motore, depotenziato rispetto alla sorella roadster, non è altrettanto propenso a girare alto, lo sterzo non è altrettanto veloce e l'handling non altrettanto coinvolgente. C'è del potenziale comunque, ma non abbastanza "Zoom-Zoom" in rapporto al prezzo.

Mini Cooper (4 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

La Mini Cooper base è sempre stata interessante e il modello attuale non è da meno. Certo non è efficace e veloce come una Cooper S o una JCW, ma è altrettanto capace di regalarti un sorriso. In parte, il merito è del motore: benché anch'esso abbia subìto la moda del turbo, il tre cilindri di 1.5 litri (lo stesso della i8, ricordiamolo) gira fluido, spinge a sufficienza (136 Cv e 200 Nm a 1250 giri) fino al limitatore. E il suo setup meno esasperato le consente di sfoggiare un'andatura meno ansiosa, senza rinunciare ad uno sterzo diretto e al buon bilanciamento del telaio e al grip.

Renault Twingo GT (3.5 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Diciamolo subito: la Twingo GT non è una sportiva come la Renault Sport Twingo 133. Le mancano la potenza (110 Cv, è una delle meno potenti di questa selezione) e il carattere, anche se è meno rigida della 133 ed è quindi più gestibile. Ma è un'auto intrigante, con il motore posteriore, la trazione posteriore e il cambio manuale. Se questo vi fa pensare ad una 911 economica vi sbagliate, ma è certamente una caratteristica unica nel suo genere. E' anche bella da guidare al limite, è un'auto con carattere; solo, è un peccato che non sia divertente come la meccanicamente simile Smart Forfour Brabus.

SEAT Ibiza FR (4 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

L'ultima Ibizia è arrivata la scorsa estate ed ha grande appeal. La precedente era piuttosto semplice, ma l'ultima ruba dallo stile della Leon ed è più sportiva. In versione FR, poi, è davvero attraente. Anche sotto c'è della Leon, dato che la base è una versione ridotta della piattaforma MQB Volkswagen – come la cugina Polo. Il risultato è che la nuova vettura sembra di una categoria superiore – il che è una cosa buona e una cosa meno buona: è buona perché questa Ibiza FR è la migliore di sempre ed è meno buona perché la Ibiza FR non è mai stata la migliore della categoria e questa scalata verso la maturità può renderla ancora meno divertente. Non fraintendeteci: c'è sotto un bel telaio e i 115 Cv del 1.0 TSI e i 150 Cv della 1.5 TSI regalano buone performance (benché il 1.5 sia un po' ruvido in alto). E' precisa ma le manca feedback, tiene bene la strada ma non è emozionante ed è agile ma non così coinvolgente. E' una buona, piccola vettura sportiva, ma non esattamente evo.

Smart Fortwo/Forfour Brabus (3.5 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Le Smart Brabus sono sempre state un mondo a parte fra le vetturette sportive. La Fortwo è curiosa, saltella come una vecchia Mini (fino a quando non arrivi alla curva, lì poi diventa decisamente più terrificante), mentre la Forfour è sempre stata una sorprendende e convenzionale trazione anteriore con una piattaforma Mitsubishi. Ma le ultime sono diverse, condividono il telaio con la Renault Twingo GT. Ma dove la Twingo è un po' recalcitrante e ti ammonisce con il controllo di stabilità, le Brabus ti lasciano fare, perfino regalandoti allegre scodate se freni dentro la curva o molli il gas dove serve. Il cambio doppia frizione delle Smart è migliore del cinque rapporti manuale della Twingo. L'unico difetto è lo sterzo un po' vago, oltre al prezzo esagerato.

Suzuki Swift (4 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Per ora, la Suzuki Swift Sport non c'è, ma la nuova Swift è comunque interessante. No, davvero. Quando l'abbiamo guidata in estate, ci ha stupito. Ha un look inusuale e un abitacolo indecifrabile, ma è una delle più divertenti che abbiamo provato di recente. In parte è dovuto al motore "Boosterjet" di 1.0 litri, i cui 110 Cv sono più che sufficienti con l'aiuto del sistema ibrido e del peso di 980 kg. Ed in parte è dovuto anche alla ripartizione dei pesi, alla buona risposta di gas e sterzo.

Opel Adam S (3.5 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

E' la più costosa del gruppo, ma è anche una delle più appetibili. Ha grossi cerchi da 18" e un motore da 150 Cv capace di un'accelerazione in 8.5". Sa divertire, benché non sia così comunicativa come una Fiesta o sofisticata come una Mini. Regala quella giusta dose di grip e di divertimento che cerchi in un'auto di queste dimensioni.

Volkswagen Up TSI (3.5 stelle)

Ecco le migliori bestioline di inizio 2018

Un po' come la Twingo qui sopra, con 90 Cv non è certo un mostro di potenza la Up TSI. Ma, come la Twingo, è capace di divertire anche senza stracciare i limiti di velocità. Questo perché la Up appare leggera ed efficace, con il nuovo motore turbo che finalmente le ha regalato un po' di pepe – le versioni aspirate hanno sempre supplicato maggiore potenza. Fra un anno o due arriverà la Up GTI, ma fino a quando non accadrà, la Up è una vettura economica che vale la pena provare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x