x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

All'asta la Bmw 507 appartenuta a John Surtees

3 July 2018
di Tommaso Ferrari
Al Festival di Goodwood andrà all'asta una Bmw con un unico proprietario davvero speciale
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6

    Il 13 Luglio, al Festival of Speed di Goodwood, Bonhams terrà nuovamente un’asta, dove però sarà presente un pezzo decisamente speciale. La Bmw 507 di queste immagini già di per sé è un’auto dalla linea splendida, elegante, raffinata ma questa in particolare non ha molte miglia ed ha avuto un unico proprietario. John Surtees. Esatto, l’unico pilota al mondo ad essere riuscito a vincere sia un campionato mondiale in sella ad una moto che al volante di una Formula 1, una leggenda che purtroppo si è spenta lo scorso anno a Londra. E la storia dietro quest’auto è altrettanto incredibile: la Bmw fu un regalo per Surtees da parte della compagnia MV Agusta, dopo che il pilota aveva vinto la classe 500, l’equivalente della MotoGP moderna. Così, allegata ai documenti della 507 troviamo la lettera originale della casa che dichiara: “Caro Mr Surtees, questa lettera vuole confermare che in data 12 gennaio 1957 vi abbiamo regalato la somma di 27.115 marchi perché possiate comprarvi una Bmw 507 Touring Sports car come dono per mostrarvi il nostro apprezzamento per aver vinto il Campionato Mondiale Motociclistico del 1956 categoria 500 cc, la prima vittoria mai raggiunta in questa classe dalla nostra compagnia. Sinceramente vostri”.

    All'asta la Bmw 507 appartenuta a John Surtees

    Per completare il quadro romantico di questa vettura, vi è persino una lettera scritta da John Surtees in persona per raccontare la storia di come sia entrato in possesso della 507, dopo che alla domanda del presidente della compagnia “dovremmo proprio farti un regalo per ringraziarti John, che ne dici? facci un pensiero” Surtees rispose che avrebbe proprio desiderato quel tipo di auto. Un bel regalo, non c’è che dire. A chiudere l’appeal di questa Bmw ci sono svariate modifiche che solo un pilota poteva chiedere, come ad esempio più potenza, freni a disco su tutte le ruote e un hard top rigido al posto del tettuccio in tela. Surtees utilizzò spesso la vettura finché non passò alla Ferrari e il Drake disse qualcosa come: “auto tedesca, non va bene”. La bellezza di questa storia sfortunatamente non genera i due milioni e mezzo di sterline stimati per la vendita all’asta, ma per quella cifra portate a casa un gioiello dal passato unico, sempre che vi sentiate all’altezza del precedente proprietario…

    All'asta la Bmw 507 appartenuta a John Surtees
    © RIPRODUZIONE RISERVATA